Navigation Menu+

Maddalena “Didi” Gentileschi

Nata il: 

IMG-20130802-WA0004

21 giugno 1980

Maddalena era:

  • credulona
  • impressionabile
  • logorroica
  • felice
  • educatissima

Tutti ricordano che Maddalena:

1- si sorprendeva per qualsiasi cosa che le comparisse davanti agli occhi per la prima volta, da un sasso con una forma particolare all’imponenza di un albero molto alto e immediatamente inventava una canzone in onore della scoperta, cantandola poi a tutti a squarciagola.

2- aveva una gran paura di insettini e ragnetti vari, al punto tale di non voler dormire con il letto attaccato al muro, non sedersi mai a terra e non appoggiarsi alle pareti per avere una vista a 360°.

 

  • Maddalena adorava Giorgia Torres perché:

era l’unica tra le bambine ad ascoltarla con piacere quando a squarciagola cantava le sue famosissime canzoni inventate per ogni oggetto che si trovasse davanti, anzi riuscivano ad alternarsi una strofa con l’altra e questo provocava in entrambe una gioia immensa e un legame ancora più forte, cosa che non succedeva con gli altri bambini costretti ad ascoltarle. Inoltre Giorgia oltre a battezzare gli oggetti “vivi” con nomi veri e propri, aveva dato un soprannome a Maddalena, che non andava per niente fiera del suo nome ed era l’unica cosa che la intristiva. Giorgia la chiamò Didi e costrinse tutti gli altri bambini a fare altrettanto. Infatti Maddalena si sentiva protetta da Giorgia, al punto che se gli altri non la chiamavano Didi lei non si girava, comprese le suore, che tranquillamente accolsero la richiesta.

 

 

  • Maddalena e Lara Dulcie Tiziano…

Un giorno Lara con la sua macchina del futuro aveva predetto a Maddalena che da grande avrebbe avuto un marito, cosa che Maddalena desiderava tanto, ma che non avrebbe avuto mai un bambino, cosa che Maddalena desiderava ancora di più. Maddalena, che era una credulona, ci rimase malissimo perché credeva alle parole di Lara. Quel giorno venne ricordato come l’unico in cui Maddalena non canto neanche una delle sue canzoni.

 

  • Maddalena riteneva Gigino un buon amico perché:

registrava tutte le sue canzoni e quando c’era da correre per un qualche motivo Gigino prendeva sempre la manina di Maddalena, che dopo “l’incidente delle matitine” non poteva più correre molto bene, e la portava con se.

Inoltre Maddalena anche se era solo di un anno più grande di Gigino si sentiva in dovere, come tutti, di proteggerlo, ma diceva anche che da grande avrebbe voluto avere un bambino coccolone e sorridente proprio come lui.

 

  • Maddalena e Suor Teresa:

Una notte Didi non riusciva a dormire, era stata una giornata piena di emozionanti scoperte e pensava e ripensava a tutte le scoperte scoperte!! Si alzò per andare a fare pipì, anche se non ne sentiva esigenza, ma era un modo per “pensare meglio da seduta con la luce accesa, e magari accorgersi di particolari sfuggiti”. Mentre camminava verso il bagno sentì i passi di suor Teresa e così iniziò a  seguirla di nascosto. Suor Teresa si fermò davanti a una finestra, Didi pensò che sicuramente stava osservando qualcosa di interessantissimo e allora volle avvicinarsi, ma a un certo punto suor Teresa diede un pugno abbastanza forte sul davanzale, Didi si spaventò e cacciò un piccolo urlo. Suor Teresa si voltò lentamente verso Didì e iniziò con voce bassa a mormorare qualcosa di indecifrabile guardandola fissa negli occhi. Didi rimase paralizzata anche perché si accorse che suor Teresa aveva gli occhi lucidi di lacrime. Tempo una manciata di secondi suor Teresa si rigirò verso la finestra e Didì scappo a letto un po’ spaventata un po’ incredula.

 

  • Maddalena e i maschietti della Banda:

Si può dire che Didi quasi ogni giorno si innamorava di un bambino diverso. Se a un bambino piaceva qualsiasi cosa piacesse a Didi, dalle rarissime patatine fritte a una nuvola a forma di montagna appuntita, lei subito si sentiva legata da una misteriosa affinità. Neanche se lo chiedeva se fosse ricambiato il sentimento, tanta era la felicità che qualcuno la pensasse come lei.

 

  1. Arturo Maccarelli

    Arturo aveva una cottarella per Maddalena, ma non riuscì mai a rivelarglielo. Un giorno, durante una delle sue “perlustrazioni” nella radura, Arturo aveva trovato un braccialetto scintillante: pur essendo chiaramente di scarso valore, gli era piaciuto moltissimo e aveva deciso di regalarlo alla sua amata. Alla prima occasione favorevole, approfittando della sua assenza, si intrufolò nella stanza di Maddalena e le lasciò il “gioiello” sotto il cuscino, solo che…

    • Kòlia

      …Colla si era accorto delle macchinazioni di Arturo e curioso di come sarebbe andata a finire si appostò in un punto buono da cui sbirciare. Poco dopo Didi entrò nella stanza…

      • Katia Celeste

        …e noto’ subito un’estremita’ del braccialetto che sporgeva da sotto il cuscino.
        Con un gridolino di gioia lo tiro’ fuori, lo indosso’ e mentre piroettava, pronta a iniziare un’adeguata canzoncina dedicata al regalo misterioso, vide Colla nascosto che la guardava.
        Ovviamente penso’ che fosse stato lui a farle il regalo, Colla tento’ di scappare ma Didi lo insegui’ per tutto il giorno e anche per quelli a venire e Colla non ebbe mai il coraggio di dirle la verita’: non voleva offenderla dicendole che non gli piaceva, ma non voleva neanche tradire la fiducia di Arturo rivelando la sua cotta.
        Dopo un po’ la cosa si risolse da sola, il giorno che Didi si dimentico’ di Colla in favore di un fungo bellissimo che era nato sotto un albero, ma questa e’ un’altra storia.

  2. Maddalena

    “piccolo pois, ti chiamerò piccolo piccolo pois,
    che cosa ci fai quaaaaaaaa?
    dove sei stato prima?
    ma
    adesso che
    ti ho trovatooooooo
    verrò ogni giorno da teeeeeeee
    perché tu sei un piccolo piccolo poooooiiiiis,
    e io mi prenderò cura di teeeeee
    da qui all’eternitààà
    mio piccolo piccolo pooooiiiis!”

    Più o meno la canzone faceva così, era un piccolo fungo tempestato di pois e ogni tanto Didi andava a trovarlo insieme a Giorgia perché gli metteva una allegria fuori dal normale, infatti era quasi sempre Giorgia a cantare la canzone del fungo Piccolo Pois, Didi non faceva altro che ridere appena lo vedeva.