Navigation Menu+

Cristina Nappi

Nata il:cristina nappi

22 febbraio 1979

Cristina era:

  • irruenta
  • maliziosa
  • dispettosa
  • ribelle
  • lunatica

Tutti ricordano che Cristina:

1- si divertiva a chiudere le suore o gli altri bambini nelle stanze. Nonostante la punissero regolarmente per le sue marachelle, lei non ha mai rinunciato alla sua voglia di divertirsi e alla voglia di trasgredire;

2- era molto legata al gruppo, nonostante facesse dispetti a tutti. Sempre stata poco rispettosa delle regole, talvolta diceva bugie pur di raggiungere i suoi scopi. Nonostante questo, non è comunque mai stata crudele con nessuno, sebbene i suoi sbalzi d’umore talvolta la portassero a trattare male gli altri.

 

  • Cristina adorava Yuri Zante perché:

era tranquillo e silenzioso, e la assecondava quasi sempre nei suoi piani: era talmente generoso che non sapeva dirle di no, quando lei gli chiedeva di essere suo complice. Poi era silenzioso ed educato, per cui le trasmetteva tranquillità e sapeva sopportare con pazienza i suoi sbalzi d’umore. Quando smise di parlare, Cristina non ne rimase molto stupita, e continuò ad adorarlo, perché lui era sempre lo stesso, e l’affetto e la complicità che li legava andava oltre la parola.

 

  • Cristina e Kòlia Casadio…

non sono mai stati particolarmente legati, perchè lei si divertiva troppo a fargli dispetti, soprattutto quando lui andava a origliare le suore o Marilina e Kòlia non sopportava gli sbalzi d’umore di Cristina. Più di una volta poi Cristina fece scoprire Kòlia da suor Teresa, che regolarmente lo puniva. Addirittura una volta, Cristina stava cercando di architettare l’ennesimo scherzo ai danni delle suore: voleva chiuderle in cucina per poi nascondere la chiave, ma vedendo Kòlia dietro la porta, decise di far diventare lui la vittima: lo prese all’improvviso da dietro per il collo e poi subito scappò; lui ovviamente gettò un urlo di terrore e si ritrovò spaventatissimo davanti alle suore accorse subito dopo. Naturalmente fu lui ad essere punito.

 

  • Cristina riteneva Gigino un buon amico perché:

era vivace e sempre sorridente, non si arrabbiava quando Cristina si divertiva alle sue spalle: essendo il più piccolo, infatti, era tra gli altri una della vittime preferite di Cristina e, nonostante ciò, difficilmente di arrabbiava con lei. Cristina voleva sinceramente bene a Gigino.

 

  • Cristina e Suor Filippa:

Una volta suor Filippa mi sorprese in cucina, mentre tentavo di rubare un barattolo di Nutella di notte, ignorando come al solito le regole della casa, ma ovviamente riuscii senza problemi a convincerla che ero affamata, che mi dispiaceva, che avrei voluto condividerla con gli altri, che l’avrei rimessa al suo posto… Alla fine infatti mi permise addirittura si mangiare un po’ e mi fece pure compagnia.

 

  • Cristina e i maschietti della Banda:

Ero vagamente attratta da Tommy Morani, perchè nonostante fosse un po’ appiccicoso, era un burlone e come me amava fare scherzi a tutti, quindi talvolta ne organizzavamo anche insieme, e la cosa mi divertiva molto, perché non era solo un complice come Yuri, ma era anche creativo.

  1. Tommaso

    Una volta Cristina aveva preparato uno dei suoi scherzi, ma qualcosa andò storto…

  2. Cristina Nappi

    Eravamo nella colonia estiva e le venne in mente di convincere alcuni membri della banda ad uscire nei dintorni della casa famiglia, a curiosare qua e là, fingendo di essere degli esploratori. In realtà il suo intento era quello di spaventare i malcapitati, già abbastanza terrorizzati dalla presenza inquietante di Facciamozza, con la complicità del fedele Yuri Zante. Era notte, le suore dormivano, Cristina era riuscita procurarsi una torcia e insieme a Yuri e agli altri si avviò verso una casetta buia, poco distante dal loro alloggio, in direzione della foresta. Una volta entrati nella casa, Cristina avrebbe dovuto fingere di sentire rumori e presenze, con la complicità di Yuri… In realtà, una volta giunti nella casa, qualcosa d’inquietante accadde davvero, tanto che anche Cristina alla fine fu terrorizzata…

    • Katia Celeste

      …infatti iniziarono a sentire scricchiolii sinistri provenire dal soffitto e quando Cristina puntò la torcia in alto urlò di terrore: un corpo senza vita, con gli occhi rovesciati e la lingua penzolante, la fissava dalle travi del soffitto.
      Tutti scapparono fuori, fissando la casetta da dove alla fine uscì…Tommy, che indicava Cristina ridendo a crepapelle.
      Era la sua vendetta per la figuraccia che Cristina gli aveva fatto fare con Lara, non capendo che in realtà era gelosa di lui.

  3. Ortensia

    Un anno la casa-famiglia fu invitata a partecipare con alcuni dei suoi ospiti bambini ad un festival della canzone organizzato dalla parrocchia vicino. Le suore estrassero a sorte 3 nomi di bambini che dovevano andare a cantare al festival, gli altri avrebbero imparato tutte e 3 le canzoni ed avrebbero fatto il coro. Questi bambini eravamo io, Ivan e Cristina. Ad Ivan fu assegnata senza possibilità di repliche la canzone che doveva cantare:” mi scappa la pipì” dello zecchino d’oro; io volevo assolutamente cantare la canzone dei puffi di Cristina d’avena ma Cristina convinse le suore che la doveva cantare lei perchè aveva lo stesso nome e a me toccò la canzone “per un bicchier di vino” dello zecchino d’oro. Devo dire che la cantai molto bene ma, siccome già goffa e sbadata lo ero, dopo questa canzone piccoli e grandi, anche il giardiniere, dicevano che ero così perchè ero sempre ubriaca……. tenni il broncio a Cristina per parecchi giorni……..

  4. Cristina Nappi

    Ricordo bene quanto si arrabbiò Ortensia! Non sopportava l’idea che io riuscissi a fare quello che volevo quasi sempre, probabilmente era gelosa. Non mi rivolse la parola per giorni, nonostante io tentassi di farla sorridere, prendendola in giro e stuzzicandola in tutti i modi, alla fine la situazione cominciò anche e dispiacermi e pensai anche di fare un disegno da regalarle, per ridere un po’ insieme sull’accaduto: un bicchiere di vino e una faccia sorridente. Mi pare che Ortensia non reagì benissimo…